Domenica prossima, 28 agosto, in Piazza della Libertà, in anteprima allo spettacolo musicale delle “Bollicine”, avverrà la premiazione degli atleti e delle società locali, che si sono distinte, nel corso dell’ultimo anno, sia a livello regionale che nazionale.

 

Agli atleti ed alle società sarà consegnata un’opera grafica dell’artista castelfrettese Sandro Carloni, realizzata per l’occasione, alla presenza  del Presidente del Comitato Marchigiano della LND Ivo Panichi.

Il primo personaggio che andiamo a conoscere è Matteo Giambartolomei

Matteo è nato il 10 agosto 1996 ed ha iniziato da giovanissimo a praticare sport, viene infatti da oltre 10 anni di agonismo nel nuoto FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici Degli Intellettivo Relazionali) dove ha conquistato, durante gli annuali Campionati Italiani, medaglie d’oro, d’argento e di bronzo soprattutto nello stile delfino ma anche nello stile libero e nel dorso.

Inoltre, con la sua squadra, ha conquistato nel 2016 il record italiano in vasca corta nella staffetta 4X100 mista con Matteo frazionista delfino. Il record è stato battuto solo quest’anno dopo aver resistito 6 anni.

Attualmente si dedica al Triathlon ed è tesserato con la società  Happiness Le Velo Triathlon di Loreto.

I suoi allenamenti sono molto impegnativi dovendo praticare tre diverse discipline quali nuoto, ciclismo e podismo e quindi, tra piscina, bicicletta e corsa, la settimana è veramente piena di attività con ben sette sedute di allenamento.

Il suo allenatore è il papà Marco ex giocatore di pallavolo della Sabini.

In particolare, il motivo della premiazione, è per il recente successo che Matteo ha ottenuto partecipando al suo primo Campionato Italiano di Paratriathlon svoltosi a Marina di Massa il 4 giugno 2022, conquistando il titolo di Campione Italiano per la categoria PMT2,completando la competizione, che prevedeva 750 metri di nuoto in acque libere (mare aperto), 20 km di bicicletta e 5 Km di corsa, in meno di 2 ore.

La gara è stata una durissima, soprattutto per il caldo soffocante, ma Matteo, forte di una grande preparazione fisica, ha messo in campo anche una grandissima forza di volontà che gli ha permesso di raggiungere questo prestigioso successo che fa onore a lui ed Castelferretti tutta.

Matteo con il papà Marco ed uno dei tecnici della società Happiness Velo Triathlon

Categories:

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.